Ultime pubblicazioni

I segnalibri di Sant'Agostino

Il 28 Agosto la Chiesa Cattolica festeggia Sant'Agostino. Noi abbiamo preparato dei segnalibri, utilizzando l'opera di Simone Martini. Potete scaricarli dall'area di download.

 

Articoli con tag primavera

Marzo 2013 – Sentori di primavera

Acrilico, 40 x 50 cm (2013)

 

I colori si schiariscono, sommersi dalla luce intensa del giorno, ma ancora discretamente nascosta da un velo delicato ed argenteo di nebbia.

Ci si crede trasportati in un quadro di Turner, dove, più che vedere, si intuisce. Si percepiscono i primi caldi raggi di sole, sapendo che arriveranno delle giornate calde, tuttavia l’anima rabbrividisce ancora ricordando il freddo inverno.

Il fiore di mandorlo è ancora imprigionato nel suo bocciolo rossastro, i rametti del salice prendono il colore giallo, i rami degli alberi da frutto iniziano a brillare, ma sembrano non sapere ancora che cosa diventare.

E’ un presente che lascia intuire cosa potrà avvenire.

Noi speriamo sempre, anzi, ci contiamo quasi, che i nostri sogni futuri si avverino.

Nella sua opera “Citadelle”, lo scrittore francese A. De Saint-Exupéry esorta i sogni del futuro ad essere sciocchi, non avendo ancora ordinato il presente, essendo questo il terreno dal quale cresce il futuro, simile ad un albero che richiede della terra buona pur non volendo essere disturbato nella sua crescita.

Bisognerebbe lasciare da parte il passato, metaforicamente, un blocco di granito, contro cui ci si può rompere il naso.

I colori tenui, i primi profumi delle viole, i caldi raggi del sole e la canzone del vento creano una musica che Antonio Vivaldi deve aver sentito, scrivendo le note per “la primavera” delle sue “quattro stagioni”.

Un godimento di ascolto… sempre che i musicisti non la trasformino in una spigolosa marcia militare.

(Traduzione di R. Battilani)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Johann Widmer

Tags: , , , ,

Marzo – Sacre du Printemps (Sagra di Primavera)

Acrilico, 60 x 70 cm (2011)

 

Il rosso è un colore statico. Contrariamente alla dinamica del blu e del giallo, il rosso rimane fermo al suo posto, vigoroso e carico di energia, agendo dall’interno. La larga gamma dei rossi può essere utilizzata come espressione di fuoco, calore, aggressione e ira, fino ad arrivare alla morte e allo spargimento di sangue.

Il rosso può anche essere inteso come simbolo d’amore o, nella cultura cinese, come colore della fortuna.

Se il rosso tende verso il giallo, ovvero quando vi si mescola del giallo, il colore rosso inizia a splendere e il calore diventa piacevole, l’aggressione diventa ottimismo e l’ira diventa coraggio. Tutto si sviluppa fino al momento in cui il rosso e il giallo raggiungono un punto morto nell’arancione. Qui la forza e la dinamica si annullano a vicenda.

Quando il rosso tende al blu il fuoco divampante si spegne velocemente e diventa brace, mutandosi in riflessivo e misterioso. É il fuoco sull’altare di una ceremonia sacrificale e notturna.

Alla proprietà statica del colore rosso si addice la forma del cerchio. La forza concentrata del colore viene tenuta insieme dalla circonferenza.

Quello che ci fa tendere l’orecchio è il colpo di timpano, sono i momenti potenti, carichi di energia e di tensione.

Sono gli accenni vigorosi che fermano per un attimo il flusso del tempo. La musica è in gran parte il frutto del costante fluire del tempo nel quale si susseguono in una sequenza variopinta, colore su colore, intorno ai fari rossi della forza e del fuoco.

Ad uno di questi fari della “SACRE DU PRINTEMPS” di Igor Strawinsky è dedicato questo quadro.

(Traduzione di R. Battilani)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Johann Widmer

Tags: , , ,

Scrivolo

i racconti del nano grafomane

http://www.scrivolo.it

Segnalibri Sant’Agostino

Segnalibri Agostino

Il 28 Agosto la Chiesa Cattolica festeggia Sant’Agostino. Un’occasione, per noi, per ricordare il grande lettore (e scrittore!), morto 1583 anni fa.

Da stampare fronte e retro e  ritagliare: [download id=”52″]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Dr J. Iccapot