Ultime pubblicazioni

I segnalibri di Sant'Agostino

Il 28 Agosto la Chiesa Cattolica festeggia Sant'Agostino. Noi abbiamo preparato dei segnalibri, utilizzando l'opera di Simone Martini. Potete scaricarli dall'area di download.

 

Articoli con tag Burattini

Le avventure di Trilly


PERSONAGGI

Il Re Trilly
La Regina La nonna di Trilly
Il principe Belforte La guardia Gladiolo
Il coccodrillo Fufi Il Nanetto
La Strega Potentilla

LUOGO DELL’AZIONE

Atto primo: Il Bosco; Il Castello;

Atto secondo: Il Bosco; Casa di Trilly; Casa della Strega

Atto terzo: Il Bosco; Il Castello;

ATTO I

Scena Prima: Il Bosco

Strega (sola): Fufi, Fufi !! Dove sei Fufi? Ti ho comprato 10 scatolette di bocconcini di pollo: vieni a casa (tra sé): Dove sarà il mio Fufi? Di solito all’ora di pranzo non manca mai. Speriamo non sia capitato niente di male al mio caro animaletto.

(Esce)

Belforte (entra): E’ tutta la mattina che dò la caccia a un feroce animale. Quella bestiaccia si diverte a spaventare le vecchiette che attraversano il bosco e ieri ha anche tentato di mangiare una bambina. E’ ora di dargli una bella lezione.

Strega (entra): Ragazzo, hai visto per caso il mio Fufi. E’ un grazioso e simpatico animaletto con un lungo musetto, è alto così. (fa il gesto di alzare la mano)

Belforte: Non sono un ragazzo, sono il Principe Belforte e non ho visto animaletti nel bosco. In giro c’è solo un mostro feroce che presto farò diventare un portafoglio o una valigia.

Fufi (entra): (Belforte lo insegue)

Belforte: Ecco quella belva. Se ti acchiappo sei finito. (Afferra Fufi)

Strega: Ma quello è il mio Fufi. Lascialo stare immediatamente brutto prepotente!

Belforte: Lasciarlo? Neanche per sogno. Ora lo faccio a pezzetti! !

Strega: Mollalo subito. lo sono Potentilla e ti dò la mia parola che te ne pentirai. Lascialo ! !

Belforte: Non ci penso neppure!

Strega: Per tutte le Magie, Gesso e Lavagna, Scalogna e Micragna, sia fatto l’Incantesimo:

Presto Fatto , Presto Detto

Ti trasformo in un Nanetto

(Belforte scompare in basso. Al suo posto spunta un nanetto).

Strega: Vieni con me, Fufi, torniamo a casa, tesorino.(uscendo con Fufi)

Belforte (solo): Mi sento proprio strano. Darò la caccia al coccodrillo in un altro momento. Adesso torno al castello a riposare perché non sto affatto bene.

Prosegui la lettura »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Rosanna Bogo

Tags: ,

Ranuncolo e Biondella

PERSONAGGI

Il Re La guardia Filippone
La Regina Biondella, figlia di Filippone
Il principe Fortebraccio Ranuncolo il taglialegna
La strega Farfulla La nonna di Ranuncolo
Un coccodrillo (o altro animale carnivoro)

LUOGO DELL’AZIONE:

Atto primo: il castello del Re, il bosco

Atto secondo: il castello del Re, il bosco

Atto terzo: Il castello del Re, il bosco, la casa della strega Farfulla

ATTO I

 

Scena Prima: nel castello del Re. Il Re e la Regina

 

Re: Buongiorno Regina, si è già svegliato nostro figlio Fortebraccio?

Regina: Sì, marito mio, ed è anche di cattivo umore: ha versato il caffellatte nella vasca dei pesciolini perché non era abbastanza dolce e non ha voluto fare il bagno perché l’acqua non gli sembrava calda al punto giusto.

Re: Quel ragazzo ha proprio un brutto carattere. Non diventerà mai un bravo re se non impara le buone maniere ! E poi è troppo capriccioso.

Regina: Non è certo colpa mia, in famiglia noi siamo molto educati.

Re: E i miei parenti sono tutte persone a modo. Casomai somiglia a tuo zio Melchiorre che vuole avere sempre ragione e non manda gli auguri per Natale.

Regina: Ma se mio zio è alto due metri! Secondo me Fortebraccio somiglia a tuo nonno, il re Sigillo. Lo sanno tutti che era basso e prepotente.

Re: Il mio nonnino era gentile e di statura normale, certo non portava scarpe più grandi di una barca come tuo zio.

Entra il principe Fortebraccio, somiglia a un nanetto di Biancaneve

Prosegui la lettura »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Rosanna Bogo

Tags: , ,

Scrivolo

i racconti del nano grafomane

http://www.scrivolo.it

Segnalibri Sant’Agostino

Segnalibri Agostino

Il 28 Agosto la Chiesa Cattolica festeggia Sant’Agostino. Un’occasione, per noi, per ricordare il grande lettore (e scrittore!), morto 1583 anni fa.

Da stampare fronte e retro e  ritagliare: [download id=”52″]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Dr J. Iccapot