Ultime pubblicazioni

I segnalibri di Sant'Agostino

Il 28 Agosto la Chiesa Cattolica festeggia Sant'Agostino. Noi abbiamo preparato dei segnalibri, utilizzando l'opera di Simone Martini. Potete scaricarli dall'area di download.

 

PINAX - ovvero "La lettura nell'arte"

Li leggiamo, li conserviamo, qualche rara volta li prestiamo.

Se siete qui è perché vi piacciono; forse, come succede a noi, vi affascinano come oggetti, col loro odore, la loro pesantezza, le pagine ruvide o lisce, freschi di stampa o spiegazzati dalle letture, tenuti maniacalmente in ordine o buttati alla rinfusa dove capita.

In questa collezione ecco come hanno guardato ai libri, e ai loro lettori, artisti d'ogni dove e di tutti i tempi, incontrati dal vivo o sulle pagine del web; li abbiamo catturati con lo spirito di un entomologo per imbalsamarli a giustificazione e monumento della nostra passione.

Commenti, suggerimenti e link a vostre immagini preferite sono benvenuti: datevi una scrollata, non potete mica vivere solo una vita da lettori! Fate come noi, siate socievoli, mostrateci che, se anche amate il vizio solitario della lettura, avete piacere di comunicare con qualche altro vizioso par vostro. Senza vergogna: tra noi ci capiamo.

Allora cosa aspettate? Inviateci il vostro materiale a: pinax@scrivolo.it

Noiosi da dormire – 1

Via, non negatelo, anche voi ogni tanto trovate dei libri che vi fanno dormire.
Come succede alla signora Newton (compagna e modella del pittore), ritratta qui dal Tissot (1836-1902) nel 1881.

O a questa vecchia, in un quadro del 1656, dai pennelli di Nicolaes Maes (1634-1693).

Perché non ci segnalate i libri più noiosi che vi sono capitati tra le mani?
Così eviteremo di comprarli e di perder tempo a leggerli. Aggiungeteli nei commenti.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

fuchs

Tags: , , ,

Cristo e i dottori

C’è qualcosa di inquietante in questo quadro di Albrecht Dürer.

I dotti, che stanno disputando con Gesù, hanno aperti o a portata di mano dei gran libri e sono pronti ad utilizzarli per supportare le proprie tesi.
Nessuno dei personaggi guarda verso un altro: gli sguardi non si incrociano, come succede durante una discussione, per attirare l’attenzione dell’altro con cui si dibatte; solo il secondo personaggio a sinistra, sul fondo, sembra guardare noi negli occhi.
Gesù, poi, rappresentato rosso di capelli come succede spesso, in questa sua età giovanile non è ancora caratterizzato come genere, e questa sua ambiguità sessuale in mezzo a un gruppo di vecchioni è imbarazzante.
Non sfuggirà certo il gioco di mani e di dita, che enumerano o tengono pronte le pagine dei libri, e di queste mani Dürer aveva fatto anche alcuni studi preparatori:


Infine ecco una curiosità, un segnalibro, nel volume a sinistra, in primo piano: l’autore lo ha usato per segnarci la data, 1506, e la sua sigla, una D all’interno di una A.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

fuchs

Tags: , , , ,

Il folle dei libri

La passione per i libri può essere qualche volta maniacale e perciò apriamo la nostra galleria con una incisione, questa è colorata a mano, che rappresenta il folle dei libri, colui cioè che i libri li ha, li colleziona e li conserva, ma non trae dal loro contenuto il benché minimo giovamento; dal libro Das Narrenschiff (La Nave dei folli) di Sebastian Brant (1497).

Non si sa con certezza chi siano gli autori delle varie incisioni, per alcune si parla di Albrecht Durer, per altre di Matthias Grünewald.

Costituito da 2039 versi ottonari (*) in rima baciata scritti in dialetto alsaziano (!), il libro, pubblicato in decine di versioni e adattamenti, ebbe una notevole diffusione e fu un buon successo editoriale. Usando l’immagine della nave che salpa verso Mattagonia si potevano classificare i difetti umani secondo alcune categorie comuni, come il peccato d’intelletto e il peccato della volontà; l’intento era ovviamente satirico-morale.

Una galleria delle incisioni dal libro di Brant si trova qui.

Il volume completo da sfogliare o da scaricare (un incunabolo del 1494), con belle immagini a colori, dal sito dell’Università di Darmstadt, è qui.


 

(*) Se i versi ottonari non sono il vostro forte, non vi spaventate, sapete sicuramente di che si tratta:

“Quanto è bella giovinezza / che si fugge tuttavia”

oppure:

“Qui comincia l’avventura / del signor Bonaventura”

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

fuchs

Tags: , , ,

Scrivolo

i racconti del nano grafomane

http://www.scrivolo.it

Segnalibri Sant’Agostino

Segnalibri Agostino

Il 28 Agosto la Chiesa Cattolica festeggia Sant’Agostino. Un’occasione, per noi, per ricordare il grande lettore (e scrittore!), morto 1583 anni fa.

Da stampare fronte e retro e  ritagliare: [download id=”52″]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Dr J. Iccapot