“Allora, questi elenchi! Aspetto da un’ora!”

“Eccoli, Presidente” disse il segretario, chiudendosi alle spalle la porta dell’ufficio.

“Una chiavetta? E che me ne faccio? – esclamò bruscamente il Presidente del Partito per la Democrazia Popolare sen. Antonio Antoniotti, guardando con aria quasi schifata il piccolo oggetto tecnologico che il segretario aveva posato sulla sua scrivania – voglio un nome, Garbelli, un nome, hai capito? non un file con mille candidati!”

“Ma io non mi permetterei mai di scegliere al suo posto, signor Presidente” disse Garbelli, serrando la testa tra le spalle, quasi temesse di essere colpito dal suo superiore.

“Se devo fare tutto da solo, dimmi tu a che mi serve un segretario! – replicò spazientito il sen. Antoniotti – almeno degnati di leggere le schede… ho mal di testa e non mi va di guardare lo schermo.”

“Certo, Senatore – disse Garbelli, inserendo la chiavetta nel portatile posato sulla scrivania – preferisce che ordini i record alfabeticamente, per età, per professione…”

“Ricordami perché ti ho assunto, Giacomino… in questo momento non me lo spiego! – mormorò, con tono ironico Antoniotti, sciogliendo una bustina di analgesico in un bicchiere d’acqua – credevo di aver parlato chiaro… cosa ti ho chiesto?”

“Di trovare un uomo al di sopra di ogni sospetto… una persona di onestà adamantina… senza scheletri e senza armadi.”

“E allora i tuoi maledetti record leggimeli per ordine d’onestà, che cavolo!” esclamò il Senatore, forbendosi con la lingua i granelli di analgesico rimasti sulle labbra.

Prosegui la lettura »

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/5 (1 vote cast)

Rosanna Bogo

Tags: , , ,