Erano preziosi, i libri, e a disposizione dei pochi ricchi che se ne potevano permettere delle copie; averne poco meno di trecento, come il Don Ferrante di Manzoni, (lo ricordate?, una sorta di Folle dei libri…) nel ‘600 voleva dire avere una biblioteca molto grande e di notevole valore.
Che meraviglia avrà suscitato allora l’immensità della biblioteca di Alessandria, istituita un paio di secoli prima dell’era volgare, che di volumi si dice ne avesse quarantamila, e che rumore ne fece l’incendio e la perdita di così tante preziose rarità.

Non si poteva tacere, di questo evento nefasto, in un’opera che tracciava le linee principali della storia del mondo, dalla creazione al 1493, come fa Hartmann Schedel nella famosa Cronaca di Norimberga. Una pagina del libro, il verso del foglio XCII, è dedicata al racconto della storia della creazione e della fine della famosa biblioteca, ed è illustrata da una vivida incisione, che riporto qui sotto da una delle copie colorate a mano che ancora esistono.


Se fate una ricerca dell’immagine dell’incendio della biblioteca di Alessandria probabilmente troverete però, come è successo a me, questa immagine:

Nella parte alta ci sono tre soli, che si fa fatica a conciliare con l’immagine del rogo sottostante. Sono andato allora a cercare una copia digitale dell’opera, in latino, ed ho trovato che, in questo grande lista di fatti, santi, persone ed eventi celesti che è il Liber chronicarum, nella stessa pagina si parla prima dei tre soli che si dice comparvero all’orizzonte il giorno dopo la morte di Giulio Cesare (e che furono poi interpretati come profezia del manifestarsi sulla terra del Trino e Uno), poi della storia favolosa della Biblioteca di Alessandria e del suo incendio.
Ed è solo per risparmiare una incisione, realizzando cioè due immagini di due storie diverse in un unico blocco di legno, che si spiega la giustapposizione delle due rappresentazioni di due eventi ben distinti. Ma chi il latino probabilmente non lo sa, si limita a fare un taglia e incolla dell’immagine composita, etichettandola genericamente come “L’incendio della biblioteca”.

Qui la copia digitale di tutta la Cronaca, sfogliabile on-line o scaricabile (oltre 300 Mb) [via: Sienadgt].
Qui altre informazioni dettagliate e un’esaustiva raccolta di immagini anche in grande formato.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Libri che bruciano, 5.0 out of 5 based on 1 rating

fuchs